giovedì 8 novembre 2007

ERAVAMO LI' A PERDERE DEL TEMPO E IO GUARDAVO LE MIE SCARPE PASSARE DI MODA

Ieri mattina avevo deciso di partecipare a un evento WPP sulla pubblicità sulla rete. Cominciava alle 9.15, mi sono alzato alle sette, sono entrato in autostrada prima delle otto e sono arrivato faticosamente in corso Magenta verso le 9.10. Ho trovato incredibilmente un parcheggio, ho comprato 4 gratta e sosta, li ho grattati, messi sul cruscotto, entrato alle Stelline, girato un po' fra gli stand e alla fine uno mi ha detto che l'incontro WPP era al Diana. Attraversare di nuovo la città, non me la sentivo. Ho buttato via i gratta e sosta e sono tornato in agenzia, passando davanti alla Fiera dove c'era lo IAB e non mi sono fermatro nemmeno lì. E ho fatto male.

Ironico e anche un po' feroce l'intervento di un guru del web come David Weinberger (Harvard Berkman Center for Internet Society) allo Iab Forum 2007 che si chiude domani sera a Milano. Davanti a 4 mila persone mostra la pubblicità di una marca di lavatrici e attacca: "Le parole che molte aziende usano per parlare ai consumatori sono vecchie e vuote. Di questa washing machine ho saputo molto di più da un certo Jim - frequentando un forum specializzato mi ha spiegato pregi e difetti di questo prodotto - che dalla home page dell'azienda e dalle sue banali e costosissime campagne".

L'articolo intero
http://www.repubblica.it/2007/11/sezioni/scienza_e_tecnologia/pubblicita-online/pubblicita-online/pubblicita-online.html

I link allo IAB
http://iab.blogosfere.it/

(la frase del titolo è tratta da un dialogo di Gilmore Girls, ma la trovo perfetta)

8 commenti:

Christian Harris ha detto...

Ora capisco, prof, perché mi ha chiesto se avevo letto il blog stamattina. "Jim"..strana coincidenza.
Anch'io non sono riuscito ad andare allo IAB ma spero di recuperare un po' di ciò che mi sono perso questo weekend dalla rete. Mi spiace per la sua avventura: sicuramente molto irritante.

marcello mazzu ha detto...

Gilmore Girls...adoro!

joice ha detto...

Gilmore Girls, Sex and the city! Wow Prof Lei sì che sa cosa guardare in tv, però se la sente il Suo collega Aldo Grasso...

Saretta ha detto...

IAB davvero fantastico ieri, e l'intervento di Weinberger troppo coinvolgente, non credevo che un prof di Harvard utilizzasse un linguaggio così down to earth e tantomeno che down to earth lo fosse pure lui! Mimava persino il buzz della lavatrice che è troppo forte e questo ovviamente gliel'ha detto jim e non il rivenditore che parole sue non avrebbe mai detto : "hey, do u wanna hear this babe sound?". magnifico! anche l'altro intervento del giovane rampante, non ricordo il nome, davvero coinvolgente, troppo coinvolgente, presentazione fantastica. unico meno alla presidente di iab italia, cavoli ma dovrebbe essere lei la prima a saper parlare in pubblico, e invece? tesissima, incapace di fingere, mah...anche un paio di figuracce evitabili.. peccato che poi siamo dovuti scappare per venire da lei prof, però va beh, ci rifaremo l'anno prossimo!
ah, approfitto qui per fare i complimenti alle presentazioni di oggi, davvero dei gran bei lavori! Bravi!

Mirco ha detto...

noi c'eravamo...e nn avevamo neppure i gratta e sosta.
mi spiace prof, ma stavolta 2 a 0 per noi.

joice ha detto...

Caspita Professore, ha fatto male a non fermarsi allo IAB!
Un Suo ex-collega (Marco Montemagno) ha fatto il discorso d’apertura e come al solito era bravissimo. Ecco il link del Suo blog: http://skytg24.blogs.com/
E questo è il video del suo discorso: http://blip.tv/file/472471#share

joice ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
angelo ha detto...

10 a zero per voi. Però sono talmente incuriosito che vorrei chiedervi:
- se qualcuno può fare l'approfondimento su questo tema, cioè modelli creativi specifici nell'advertising sul web
- e poi un altro approfondimento che mi è venuto in mente stamattina e su cui faccio un nuovo post