venerdì 19 ottobre 2007

GAG EVOLUTION

Come è evoluto lo humor da Hamlet Cigar a oggi? Due campagne non viste in Italia che hanno vinto premi a Cannes. Humor nero per la birra Tiger e humor assurdo per Skittles. Dai, il coniglio che canta e la barba sono davvero fuori.

Aggiunto un filmato su segnalazione di Jam Trafficker










10 commenti:

valentina ha detto...

inquietante la barba, simpatici gli altri. uno humor secondo me un p� troppo sopra le righe, forzato, strampalato, ma se han vinto premi si vede che � ci� che piace.

Fabio Gavazzi ha detto...

la prima (birra) è molto bella e costruita bene secondo me e anche il claim "taste it in this life" è azzeccato e divertente..quelle delle skittles colpiscono proprio perchè sono situazioni quasi paradossali, fuori da ogni logica e anche in questo caso secondo me la strategia è vincente..altrimenti sarebbe difficile pubblicizzare un prodotto simile..questa invece è un'idea inusuale, semplice e fuori dagli schemi allo stesso tempo secondo me

elena ha detto...

Bellissima l'idea della reincarnazione, davvero originale!
E poi il coniglio che canta mi fa impazzire.
Fight for kisses mi è stato inviato da un amico via mail qualche giorno fa, ho provato a fare il gioco, ma è un po' complesso. In ogni caso il bimbo è eccezionale, e poi temo la situazione descritta sia spesso reale. Basta coi bimbi viziati e le mogli distratte! Altro che Gillette Fusion.

Christian Harris ha detto...

SPOT TIGER: un po' forte la prima scenetta "uomo-camion" ma il tutto viene prontamente sdrammatizzato dalle scenette seguenti, ingegnose e divertenti.

SPOT SKITTLES: tutti molto belli e difficili da dimenticare. Si dice poco, però, sul prodotto (non c'è una USP forte come per le M&M's) e, sarò stupido io, mi sembra che in due dei tre spot il senso non venga "chiuso bene".

Fede ha detto...

Skittles: assolutamente assurde!!Io quasi preferisco gli spot che facevano milioni di anni fa, quell con la "Faccia a banana" per intenderci!
Ok, che non è semplice trovare una USP forte su cui basare la comunicazione di caramelle, ma credo che questi spot esagerino con le gag...

Elisa Zocchi ha detto...

L'idea della reincarnazione per la Tiger è un po' "hard" ma originale, non si può dire di no: quel pandone immenso del finale, poi, ti ammazza (in tutti i sensi!).
Invece, gli spot sulle Skittles mi lasciano un po' perplessa, soprattutto la barba (mi sembra un cattivo del film Jumanji) e il soffitto che gocciola: non mi spiego il premio a Cannes.
Invece, il coniglio canterino è forte! Il baratto tra coniglio e skittles dell'apertura ti dice proprio che chi le molla è un cretino!

MARCELLO MAZZU ha detto...

AGGHIACCIANTI!!!

jam trafficker ha detto...

Adoro la pubblicità strampalata di skittles, ecco il link del tocco di Midas. Forse è un tipo di umorismo che deve essere interpretato in base alla cultura di appartenenza.
http://www.youtube.com/watch?v=k_SCrHe5t6w

angelo ha detto...

Aggiunto il filmato, il finale è fantastico. Comincio ad adorare anch'io Skittles.

doriana ha detto...

Non ho parole :D non so se le ho perse del tutto col tipo con la barba o se già col coniglietto canterino avevo esaurito ogni lettera dell'alfabeto :D puro nonsense, fortissima quello dell'uomo "skittle alchimista": "awesome!"

L'idea della Tiger beer invece è proprio geniale. E cattivissima!