giovedì 18 ottobre 2007

NO BUTT IN CATT



Ecco gli spunti di oggi:

Corpo del reato e cerchietto
Mozziconi boomerang
Contenitori per mozziconi
Mozzicone gigante intralciatore
Tiro a segno
Boccia del mozzicone
Lancio del mozzicone umano
Mozzicone lanciapersone
Moquette di mozz
Gioco dell’asino con mozz
Punizione per mozz lanciato a terra
Allarme trombetta per mozz lanciato a terra
Mozz dappertutto
Non abbandonare i mozz
Mozz aggressivi, pericolosi
Mozz brutti (claim)
Mozz come traccia
Mozz restituito (video)
Raccolta mozz in contenitore
Portacenere gigante e lancio del soggetto
Mozz fossile
Liberi dai mozz ,
pulizia
Distribuzione grembiuli e guanti
Uomo morto, mozz vivo
Set palette per pulire mozz
Identikit fumatore
Mozz che lascia impronta addosso
Gettare mozz a terra
Personaggio di Lupin
Intervistare chi pulisce
Sentiero mozz per i cestini
Racc diff marca sig
Attacco al fumatore
Portacenere umani
Gioco: quanti mozz?
Lancio del mozz (arbitro)

29 commenti:

Valentina ha detto...

Prof la mia idea era:
- in un video mostrare i signori delle pulizie che al mattino o alla sera puliscono i chiostri raccogliendo i mozziconi.
- il giorno della campagna qualcuno di noi si pu� mettere un camicione e far vedere che stiamo raccogliendo i mozziconi.

Mentre ero in metro ho visto il contenitore dei giornali con il claim: "le notizie invecchiano la carta continua vivere. Metti qui il tuo quotidiano". Sarebbe carino mettere dei contenitori nei vari chiostri con un claim che riassume un p� l'idea emersa a lezione: chiss� come e cosa saranno tra qualche millennio i mozziconi?
Valentina

Anonimo ha detto...

Prendendo spunto dal commento precedente mi sono ricordata che c'è una persona (una mezza artista?!)che realizza una specie di imbottitura per sedie e poltrone proprio con i mozziconi di sigarette (e ha coinvolto amici e amici di amici per fare in modo che invece di buttarli glieli tenessero da parte):sarà anche un progetto a lunghissimo termine,ma magari c'è un modo per riuscire a riciclare anche i mozziconi e sensibilizzare di più le persone?

Christian Harris ha detto...

"MI SCUSI, HA PERSO QUESTO!"

Pedinare le persone che fumano, vestiti da mozziconi. Raccogliere i mozziconi buttati per terra e riportarli al "gentile proprietario" dicendogli: "Mi scusi, ha perso questo!".
Riprendere il tutto e metterlo su YouTube, con schermo diviso in 4 (a mostrare la frequenza del gesto quotidiano) e musichetta simpatica stile "Benny Hill Show" (si scriverà così??)
A questo aggiungerei un'ambient come quella che diceva lei. Sdraiarsi per terra, vestiti da mozziconi e rimanere fermi lì per qualche secondo/minuto con un claim e un indirizzo internet ben visibile.

La mia prima idea si ferma qui. Nei prossimi giorni cercherò di elaborarla e di farmene venire in mente altre.

t vox ha detto...

un'altra idea potrebbe essere quella di organnizzarsi in piccoli gruppi (lo stesso abbigliamento conferirebbe un'aria decisamente più professionale.. magari ci si può ispirare al trio medusa delle iene); localizzare per i chiostri di gemelli i "vandali del mozzicone" e sferrare un attacco in grande stile sfoderando palettina e scopino (come si fa per i bisogni dei cani per strada) e invitarli a raccogliere.

Anonimo ha detto...

Mi è piaciuta l'idea di Mirco sul mettere in risalto la biodegradabilità difficoltosa del mozzicone di sigarette!

Quanto alla mia idea proponevo qualcosa di più semplice e se mi si consente, "pulito", essenziale:

metariflessivo,
sul
tema in sè,
ovvero quello della onnipresenza dei mozziconi!
Realizzare un video in cui con musica in sottofondo si proiettano le immagini di luoghi particolarmente ricchi di mozziconi e per questo sgradevoli sia alla vista che all'olfatto.
Scegliere un claim che faccia riflettere su tale sgradevolezza
ed avere naturalmente una buona scenografia,
oltre alla musica che fa il suo effetto.
Concentrarsi più che sul contesto sul mozzicone in sè, facendo capire quanto sia sgradevole esteticamente
la sua presenza al di là di ogni moralismo. E se dovessi sceglierne uno, di moralismo,
ripeto,
punterei sulla tematica ambientale del difficilmente
biodegradabile come concetto
di fondo.

Rino

Anonimo ha detto...

però sta roba dei culi scritti mi piace, se dovesse servire un culo(per scriverci!) io sono a disposizione.
Rino

Anna ha detto...

Ho visto un mozzicone su una panchina, non sono riuscita a fotografarlo ,ma una frase mi ha attraversato la mente: "non lasciarlo in panchina, fallo andare a canestro", oppure "mozziconi in campo? Meglio nel cesto" . Credo che potremmo fare delle affissioni o volantini che rappresentano un mozicone "in panchina" o "squadre" di mozziconi sul un campo di gioco. Che ne dite?

Fabio Gavazzi ha detto...

Mi piace molto la tua idea Anna..a me prima è venuta in mente un'idea (forse è stupida ma la dico comunque), attaccare della colla o qualcosa di appiccicoso ai mozziconi buttati per terra di modo da farli aderire bene bene alle suole delle scarpe....no forse è troppo, rischiamo il linciaggio

Christian Harris ha detto...

Anche a me piace molto l'idea di Anna!

Ho avuto qualche nuova idea per implementare la mia proposta (per fortuna che il lettore mp3 che porto sempre con me in palestra ha la funzione registratore!).

Il mozzicone lo restituiamo al proprietario in una bustina di plastica trasparente, richiamando così l'idea delle prove raccolte dalla scientifica, del reato e della possibilità di risalire ai delinquenti tramite dna sui mozziconi lasciati in giro (bisogna lavorarci su per esprimere al meglio questa idea). Oppure potremmo portare il mozzicone alla persona (in una mano) e un posacenere (nell'altra) invitandola a prendere in mano il mozzicone e a depositarlo nel posacenere (posacenere con magari internamente l'indirizzo del blog dove carichiamo i video viral).

Poi, i mozziconi umani che si sdraiano per terra nell'evento ambient direi che potrebbero avere un espressione disegnata di tristezza e un claim che dica qualcosa del tipo "non mi abbandonare per terra".

Che ne pensate? Mi rendo conto che le mie idee sono frutto anche delle ottime idee di altri!

Fabio Gavazzi ha detto...

Christian l'idea di restituire il mozzicone all'interno della busta trasparente è carina (con noi vestiti da Ris magari?) e si può combinare molto bene con quella espressa da vale motty a lezione oggi, cioè quella di cerchiare il corpo del reato per terra, non ti pare?

Daniela ha detto...

L'idea di Kri è bella, anche quella di Anna. L'unica cosa importante, secondo me, è porsi verso gli altri studenti in modo ironico e spiritoso. Senza risultare "i saccentelli dell'ateneo" nè gente che vuole dare un insegnamento a tutti i costi.
Mettiamola giù come un gioco, come qualcosa di cui ne sottolineiamo la sgradevolezza e la scorrettezza verso chi non fuma, ma con ironia .

Per questo proponevo di sistemare in università:

- due o tre contenitori trasparenti dove mettere tutti i mozziconi raccolti nei chiostri e dintorni e apporvi un cartello del tipo "quanti sono secondo te?" e dietro un numero (indicativo ovvio....)

- due o tre scatoloni verticali a forma di sigaretta, o comunque cilindrici, dove fare tre buchi di varia grandezza e altezza... apporvi un punteggio per ognuno e trasformarlo in una specie di "tiro a segno"...che potrebbe chiamarsi "mozzi-segno" e riportare il cartello con lo slogan di Anna "fagli fare centro".

Daniela

angelo ha detto...

ì porsi verso gli altri studenti in modo ironico e spiritoso. Senza risultare "i saccentelli dell'ateneo" nè gente che vuole dare un insegnamento a tutti i costi.
Mettiamola giù come un gioco, come qualcosa di cui ne sottolineiamo la sgradevolezza e la scorrettezza verso chi non fuma, ma con ironia'.

Couldn't agree more.

Anna ha detto...

Se usassimo la mia idea dei mozziconi in campo potremmo ricollegarci
-all'idea sportiva sia dei bersagli che dei canestri di cui parlava Daniela
-al lancio di mozziconi con arbitro, con noi vestiti da arbitro che portiamo un portacenere e giudichiamo la prestazione sportiva dei lanciatori.
Per l'idea ris, corpo del reato o cadaveri potremmo anche attaccare al muro una sagoma di sigaretta per ogni mozzicone "caduto" sul luogo (se non ricordo male in francia l'hanno fatto per ricordare le vittime di incidenti stradali e invitare alla prudenza. Macabro ,ma efficace)

Fabio Gavazzi ha detto...

Si tappezzare il muro con foto dei mozziconi con nome e data di morte, stile loculi di un cimitero..è allo stesso tempo macabro ma anche ironico e divertente secondo me

Anonimo ha detto...

L'idea di Anna mi piace,è divertente per delle affissioni!
Per l'ambient io ripropongo l'idea che ho detto a lezione: mettere in posti molto frequentati da fumatori dei mozziconi grandi circa come una persona (per essere sicuri che si notino!) con un claim efficace o magari claim diversi per i vari posti in cui li mettiamo, che ne dite?
Credo che possa essere d'effetto e non costoso/impegnativo.
Per quanto riguarda tutte le azioni tipo seguire i fumatori, restituirgli i mozziconi, ecc. credo che siano delicate e comunque più difficili da gestire perchè si rischia che suonino come un rimprovero e che invece di provocare un sorriso diano fastidio (potremmo fermare qualcuno che come l'indimenticabile protagonista dello spot Hamlet Cigar ha avuto una brutta giornata e potremmo avere l'effetto di "rompergli le scatole" in uno dei suoi pochi momenti di tranquillità).
Arianna

Fabio Gavazzi ha detto...

In effetti su quest'ultima cosa hai ragione Arianna, il fatto del rimprovero istantaneo potrebbe essere preso in malo modo da qualcuno (di permalosi ce ne sono in giro..) e poi inoltre chi di noi verrebbe designato a fare il "moralizzatore" dovrebbe necessariamente avere una bella faccia di tolla (passatemi il termine) cosa che non tutti hanno.

Anonimo ha detto...

concordo con l'idea di Arianna, anche a me era venuta in mente una cosa simile: posizionare tanti mozziconi piuttosto grandi tra i chiostri in modo che siano ben visibili e ostacolino il passaggio.
Sul claim per� sto ancora lavorando...
Questa potrebbe essere un'idea che va bene per realizzare il video...

Mirco ha detto...

A me piacerebbe provare ad essere spiritoso, non graffiante.
Non vorrei fare una versione edulcorata delle Iene. Non ho nemmeno il completo nero...

elena ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
elena ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
elena ha detto...

A proposito d'essere spiritosi... Forse è un po' banale, ma di certo facile da realizzare: pensavo di fare dei poster del tipo "Wanted", con mozzicone travestito da bandito o da cowboy, e tanto di taglia. Che ne dite del mozz con baffo e la bandana?

Anna ha detto...

OT Non riesco a vedere i video del blog. help me

VeraMente ha detto...

Mi scuso per lo scarso entusiasmo che ho messo nel moderare l'ultima lezione, ma ero un po' infastidita da certe cose che preferisco non riportare in questa sede.
Spero di non aver castrato nessuna idea.
Vedrò di controllarmi di più, le prossime volte.

Avrei 1 richiesta e 2 proposte di ambient.

Richiesta: una chiara definizione di ambient (non la sa neanche la Bionda...).
Durante le lezioni ho raccolto questi elementi:
- l'ambient fa parte di una strategia di guerrilla: non chiede permessi a nessuno e si inserisce in spazi normalmente avulsi da qualsiasi forma di pubblicità.
- deve essere "leggera", cioè avere un effetto straniante: colpire l'attenzione senza far riflettere troppo o avvilire.
- non contempla la presenza delle persone che la mettono in atto (e questo esclude molte delle fantastiche idee che sono venute fuori - anche se potremmo comunque realizzarle per il filmato viral)

Chiedo conferma di questi punti, intanto, prof.

Prima proposta:

disegnare sulla carta delle grosse sigarette ai vari stadi della loro usura e attaccarle sul muro vicino ai cestini appositi, in modo che il mozzicone finisca a coincidere proprio col cestino. Magari si può aggiungere anche una freccia che parte dall'ultima sigaretta e indica il cestino, per rendere più chiaro il messaggio. Mah... Accetto volentieri proposte di modifica.

Seconda proposta:

sulla scia delle proposte con il gessetto: cerchiare ogni mozzicone gettato in terra nei pressi di un cestino e disegnare una freccia che arrivi fino a questo.
Riconosco che è di poco impatto, ma è chiara e di facile realizzazione, almeno.

Trovo che sarebbe molto utile cercare di combinare un po' delle idee che sono uscite fuori come ha proposto anche Fabio. Sempre che gli ideatori non disdegnino, ovviamente.

Volevo chiedere pareri sull'ambient (se così si può chiamare) della fontana di Trevi,rivendicata dall' «Ftm Azione futurista 007».
Molto efficace, ma riprovevole, non trovate? Rischiare di danneggiare le statue è inaccettabile. Hanno un valore inestimabile e per di più costa tantissimo restaurarle.
Non si dovrebbe mai arrivare a questo punto, credo.

valentina ha detto...

Ieri mi è venuta quest'idea, che mi sembra di poter ricondurre un po' a quella di Anna: simulare un tiro con l'arco o il gioco delle freccette dove al centro del bersaglio c'è disegnato un posacenere, con la frase: "fai centro".

Oppure anche, però in questo caso l'idea sarebbe per le affissioni: fare una simulazione dei cartelli stradali disegnando la sagoma di un uomo che lancia un mozzicone "marchiato" dal segno di divieto rosso, con la scritta: "Divieto di lancio".

Miss Terious ha detto...

Per VeraMente: non credo proprio che quello che han fatto alla Fontana di Trevi sia ambient. E' semplicemente un atto vandalistico mascherato in atto di protesta da parte di questa "associazione" che si definisce Futurista (composta, secondo me, da persone il cui unico impegno è riempire il tempo libero).
Inutile commentare.

Jam Trafficker ha detto...

Guardate questo video di Lucky Strike
http://www.youtube.com/watch?v=2ygqwb_y90U
Si potrebbe ricalcarne la scia e fare una cosa tipo danza del mozzicone abbandonato, su una canzoncina stupida. Mi immagino già il fisarmonicista zingaro in Cattolica che canta mentre 5/6 di noi ballano la ballata del mozzicone abbandonato/mozzicone rattristato

daniela ha detto...

Eccomi a casa... scrivo subito l'idea per non perderla di vista...

- Mi riferisco alla geniale idea dei mozziconi umani... visto che il prof ce ne ha parlato come potenzialmente possibile, non vedo perchè non approfondirla...a parte il "tocco" più realistico di bruciare il bordo superiore del mozzicone come finta pergamena in modo chedavvero richiami un mozzicone vero, propongo di fare così:

IMMAGINATEVI UNA MANDRIA DI MOZZICONI (SAREMO ALMENO IN 20 DISPOSTI A INVESTIRE 5 EURO?!? SICURAMENTE BASTANO 20 PERSONE....) CHE SI "SPALMANO" NEI CORRIDORI AL PRIMO PIANO O SUL PRATO NEI CHIOSTRI... DI COLPO, magari anche con una musica che spariamo da una radio, SI ALZANO E INIZIANO UNA CORSA FRENETICA, precipitandosi giù dallo scalone d'onore, dalla scala che porta alla Manzoni, al centro del chiostro dove cè un PORTACENERE IN CARTONE GIGANTESCO CHE, FACENDO DA "RECINTO" ACCOGLIE TUTTI I MOZZICONI CHE VI SI RADUNANO DENTRO...e il mozzicone centrale solleva un cartellone con uno slogan.... così per dare un senso e un epilogo alla faccenda...

Inoltre, basterebbe avvisare qualche giorno prima i free press come LEGGO - METRO - CITY per invitarli a presenziare e dedicarci due righe sul quotidiano del giorno dopo... oppure inviare loro il video o le foto di quanto fatto in loco.

Infine ultima idea:

- se SERVONO DELLE T-SHIRT perchè non cercare uno sponsor? basta rivolgersi ad una copisteria che stampa magliette (io ne conosco una e già che ci devo passare oggi chiedo...) e stipulare un prezzo favorevole o addirittura gratis con il loro logo stampato sulla maglia...
se avete anche voi una "copisteria di fiducia" provate a chiedere....

Io credo che questa è una grande opportunità per realizzare qualcosa di concreto e inusuale... siamo in tanti, ed è un gran vantaggio.....approfittiamone!!!

t vox ha detto...

salve prof,
posso fare un'osservazione.? usare un nick name non significa non voler partecipare, significa solo non voler fare la parte di quello che vuole sottolinare/mettere in mostra la propria partecipazione. Anzi il fatto di non rivelarsi pubblicamente mi sembra sinonimo di una partecipazione più disinteressata e sincera. Il fatto che ieri a lezione non abbia detto chi sono (e proprio per questo lei ha ritenuto che t vox non fosse venuto a lezione) non significa che non ci fossi o non volessi vedere un commento (positivo o negativo) sulla mia idea.
Tutto qua.
saluti cordialissimi. t vox.

angelo ha detto...

Capisco. Ma pensavo che questa del 'mettersi in mostra' fosse una posizione superata, al secondo anno della specialistica. Sia in chi lo fa, ammesso che ci sia, sia in chi lo sospetta. Cerchiamo di lavorare insieme con entusiasmo e fiducia reciproca. Il resto è zavorra. Grazie del commento.