martedì 16 ottobre 2007

CHI HA VISTO LA PIRAMIDE?



La Vecchia Zia mi segnala lo spot della piramide di Giza: confesso che mi era sfuggito. Eccolo qui. Non è il mio preferito, singolarmente, ma la visione finale della piramide ricoperta di colori è stupenda.

7 commenti:

riccardo galli ha detto...

A me questo spot è piaciuto molto, anche più di quello dei coniglietti. Là, come scrivevo nel post precedente, si riesce a percepire la sensazione della grande città "sconvolta" dalla macchia di colore animata. Qui il tema dell'imprevedibilità viene giocato in maniera diversa, ma forse più attinente al prodotto (l'immagine finale della piramide colorata non sembra una gigantesca "prova tecnica di trasmissione" a righe verticali?). E la musica? Fantastica :-)

Anonimo ha detto...

la pubbblicit� riesce a catturare l'attenzione proponendo qualcosa di suggestivo, di fuori dalla norma, qualcosa di creativo che incuriosisce e apre diversi livelli d'immaginazione. C'� chi crea e chi copia.. o prende spunto. :)

Christian Harris ha detto...

Non so spiegare il perché ma questo spot non mi ha emozionato come gli altri. La musica, almeno per me, è meno empatica e le immagini non particolarmente belle. L'idea finale è, però, interessante anche se nemmeno quella mi colpisce più di tanto. Che abbia perso nuovamente di vista il mio "lato Peter Pan"?!

Fabio Gavazzi ha detto...

E' carina ma secondo me cattura l'attenzione un pò meno rispetto a quella dei conigli..a dirla tutta crea meno attesa per il finale che è un pò scontato secondo me anche se l'immagine è suggestiva..la musica, come per chrsitian non mi piace particolarmente, avrei optato per un ritmo più rapido e coinvolgente che si sarebbe sposato meglio con la sequenza delle immagini.

Doriana ha detto...

Ma quest'immagine fa tanto "dark side of the moon" dei Pink Floyd! Ricordo benissimo che all'interno della custodia del vinile di mio padre, con la mitica copertina col prisma, c'era anche un poster delle Piramidi di Giza! Che siano stati ispirati?
Quanto allo spot in sé non lo trovo d'impatto come quello dei coniglietti e la musica non mi piace.

ALE DURANTE ha detto...

al di là del gusto personale trovo che tutti gli spot abbiano una chiave di lettura identica: il colore è talmente "tanto" da dare quasi una sensazione di fastidio. il piacere di più o di meno credo sia dato più che altro dalle modalità scelte per rendere questa sensazione di fastidio; le palline, i coniglietti, gli spruzzi di colore hanno in se anche delle connotazioni positive/ ludiche; in quest'ottica le spatole sono forse un pò più anonime, per questo "tirano" di meno.

Mirco ha detto...

bello.mi piace!