mercoledì 5 dicembre 2007

PER DAVIDE



Su Davide, non abbatterti troppo. Quello che hai fatto non è poi così male, e forse io nelle stesse circostanze, avrei fatto lo stesso. Comunque, questo spot è per te.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Davide e pensare che ti volevo dire di non parlare con quel tipo!
Aveva una cravatta inguardabile con un nodo orrendo e delle scarpe finto modello tod's perchè dietro c'era scritto hod's ma forse hogan e tod's si sono fuse insieme e non lo so ancora!

Detto ciò possiamo provare a percorrere la strada del dialogo; in fondo lo scopo principale era far parlare.
Quanto alla esercitazione pratica l'unico cruccio è non aver potuto vederla realizzata concretamente ma in fondo penso nessuno voglia credere che sia riuscita male: si sarebe trattato solo di tirar su qualche paletto e formare una coda, insomma picoli dettagli rispetto all'idea di Marcello e all'impegno suo e di tutti.

Rino

Anonimo ha detto...

In effetti in spiaggia mi capita sempre di cadere per quel motivo!
Rino

riccardo galli ha detto...

Rino, zitto tu che adesso ti incombe sul capo la maledizione di Brioschi :-D

Fede ha detto...

Davide non ti abbattere...

Io personalmente non mi sento affatta sconfitta da quanto accaduto oggi.
Nel bene e nel male siamo risciuti a far parlare..di noi e della nostra idea.Abbiamo avuto un sacco di attenzione!!!
Sono quasi sei anni che bazzico in Cattolica e sinceramente non ho mai visto nessuno che abbia mai osato far qualcosa di concreto per anche solo far notare un problema relativo all'università.
Noi siamo stati così bravi da terrorizzare la Cattolica...ma ci pensate? Bidelli anti sommossa, la sicurezza, sgarbi..nemmeno fossimo terroristi!!!!
ok non siamo riusciti a fare concretamente guerrilla, ma in parte abbiamo centro l'obiettivo..

Io dico un bravi a tutti!

Mi spiace per Marcello che si è impegnato tanto e avrebbe meritato di vedere realizzata fisicamente la sua idea..

Tania ha detto...

Secondo me bastava solo un pò di coraggio!
C'era l'attenzione di tutti: dell'università, degli studenti, dei ragazzi che avevano appoggiato l'iniziativa....

gli antichi guerrieri giapponesi dicevano:" meglio puntare l'arco verso la luna e colpire l'aquila che puntare l'aquila e colpire la roccia"

ale durante ha detto...

anche per me Tania! infatti io credevo che si riuscisse a fare comunque. in fin dei conti la gente cominciava a mettersi in coda. i bidelli non possono impedirti di fare la fila per la segreteria!
Però poi, la storia dei badge e delle riprese ha un pò bloccato tutti. in effetti non si poteva sapere cos'avrebbero fatto dopo aver controllato il badge. qualcuno s'è preso un pò di strizza!
Ma comunque ragazzi: GRANDIOSO!!!! E chi se la dimentica, anche se non è riuscita come volevamo il solo fatto di averci creduto e averci provato è stato SUPER!

anna ha detto...

davide, secondo me non hai fatto una cosa del tutto sbagliata, ci sono ancora molti modi per portare avanti la nostra causa (basta capire qual'è)e poi ieri è stato bellissimo.

daniela ha detto...

Io ricorderò sempre il gioco di sguardi instaurato con i bidelli.....eravamo sia noi che loro in gruppetti... loro sotto i giacconi nascondevano le divise; noi i paletti;

dopo tre, quattro occhiate sospettose e penetranti, è ormai chiaro che loro sanno e noi sappiamo...
a quel punto un bidello (dai che se legge il ns blog si incavola xe non lo chiamiamo usciere o "collaboratore accademico"....ihih) ci ha guardato con un'espressione che non si puo descrivere a parole, un sorrisino strano, come per dire: "dai, ragazzi! evitate la cosa...!"...

In ogni caso, bravi a tutti noi perchè da subito avevamo capito come girava la faccenda, ma ci siamo "accodati" poco a poco, reggendo il ruolo - cè perfino chi si è presentato davvero agli sportelli-..insomma,

è stata "persa" una battaglia, ma la guerra è ancora lunga!!!!

Anonimo ha detto...

Ho visto le foto del dopo guerrilla sul facebook di Elena, emozionanti!
Non si possono caricare qua?
Rino