sabato 19 gennaio 2008

CHIUDE ITALIA.IT UN PORTALE DA 45 MILIONI


Da due ore non è più online. Su google.news ho trovato la notizia che il mega portale Italia.it, costato 45 milioni di euro, e inaugurato un anno fa da Rutelli con grande enfasi, chiude per mancanza di fondi. Ne dà notizia anche La stampa, che parla però di 5 milioni. Ecco quello che si dice in un commwento: 'un italia.it è stato un flop fin dalle sue prime ore di vita, gli errori tecnici erano innumerevoli, l'accessibilità del sito nulla, il logo copiato, lo studio grafico fortemente opinabile, la navigabilità difficoltosa. Italia.it è stato coordinato con uno statalismo, una burocrazia, un politicismo tali da renderlo morto in partenza, e noi siamo ancora qui a parlarne dopo un anno di vergogna online. Per fortuna l'agonia è finita, speriamo di voltare pagina.'

3 commenti:

angelo ha detto...

Il mastodontico prodotto costato oltre 45 milioni di euro (5,8 mln effettivamente spesi)

Christian Harris ha detto...

In che senso? Non ho capito la differenza tra le due cifre.

Comunque non ci posso credere: è uno scandalo, in perfetto stile italiano purtroppo. Se ne (s)parlava tanto quando lavoravo ad Agency.com ma pensavo (e speravo) che si sarebbe fatto qualcosa per ridargli vita e invece. Che tristezza.

Prof, le consiglio un sito invece non male (a mio parere), su cui ho lavorato a lungo ad Agency.com (poi continuato da altre persone): www.intheworld.travel

Una volta scelta destinazione e alloggio (in Italia) questo sito, unico in Italia, aiuta a trovare tutte le attività possibili in quella zona, persone che ci sono già state (scambiando foto, video, commenti ed organizzandosi, se lo si vuole, in gruppi per usufruire degli sconti). Queste e altre cose molto interessanti sono rese possibili attraverso intheworld.travel. Potrei parlarne per ore ma non voglio annoiare: credo valga un giretto, comunque.

Pastor Bonus ha detto...

Inaugurato da Rutelli. Ho detto tutto.