venerdì 22 febbraio 2008

LA TELEVISIONE 2.0


Il 28 febbraio verrà presentato uno studio condotto dall'ANA, Association of National Advertisers americana sulla perdita di efficacia della pubblicità in TV. Il motivo? la televisione, come il web, ora se la fanno su misura gli spettatori. Ci sono la VOD, cioè Video On Demand, vedi quello che compri, e poi il terribile DVR, il digital video recorder, come MY SKY in Italia, che consente di registrare su hard disk i programmi preferiti e poi saltare gli spot pubblicitari. Confesso che io sono uno dei maggiori utilizzatori di DVR. Arrivo a casa la sera tardi, e non faccio più nemmeno zapping, che col telecomando SKY è tra l'altro faticoso, 101, 102, 111, 112, 201, devo sempre comporre i numeri. Se poi guardo la TV in cucina o in bagno (c'è anche lì, qualcosa da dire?), che è rimandata con un ripetitore di segnale, cambiare canale è ancora più difficile. Quindi, il mio personale uso della TV è : 1. le notizie sul tasto verde di SKYTG24 2. accensione del DVR e visione di una delle mie serie preferite 3. controllo del giorno successivo e settaggio della registrazione di un episodio che ho saltato, tanto ci sono repliche in continuazione.
Se c'è qualcosa sulla TV generalista di clamoroso, tipo una rissa da Vespa tra Sgarbi e Veltroni o Fiorello che bacia in bocca Mike, lo verrò a sapere e lo vedrò il giorno dopo su qualche giornale online o youtube.
Televisione compleamente anestetizzata. Aggiungo poi che io, invece di saltare gli spot, dopo la fine dell'episodio torno indietro e mi riguardo quelli nuovi.

3 commenti:

alessia cap ha detto...

Anch'io ho My Sky a casa a Vicenza e le assicuro che, quando sono a Milano durante la settimana, mi manca. Fortunatamente esiste il DVR così nei week end mi vedo ore ed ore di serie che il decoder mi registra da solo (dopo la prima puntata basta schiacciare il tasto verde "collega serie"). Se non esiste questa tecnologia io sarei persa, ridotta a vedere Lost o le Desperate housewife o Grey's anathomy con 1 anno di ritardo su Rai o Mediaset e senza neanche una programmazione seriale decente.
Per non parlare dei vari Private Practice, Brothers and sisters, Las Vegas, Six Degrees, ecc. che senza sky in Italia non vedrei mai.

P.S. C'è un modo per cambiare canale senza doverlo digitare: schiacci sul telecomando la frccina verso l'alto o verso il basso (a seconda che voglia i canali successivi o precedenti) e ha la possibilità di scorrere tutti i canali e vedere cosa trasmettono; quando ne trova uno interessante, schiacci il tasto centrale OK e immediatamente si visualizza quel canale. Con la freccia di destra si può vedere la programmazione del canale nelle ore successive.
Tutto chiaro?
Per qualsiasi difficoltà chieda a me: se esistesse un esame sul mondo Sky e sui serial, prenderei 30 e lode, bacio accademico e abbraccio al Rettore.

angelo ha detto...

Alessia! Ecco finalmente trovata la donna ideale. Sa programmare My Sky, ma soprattutto è malata grave di serie tv, come me. Malato terminale di Gilmore girls, Lorelei è la donna dei miei sogni, ma tutto sommato uscirei anche con Luke. Stars Hollow il paese delle fate (bellissima questa scheda: http://www.ew.com/ew/article/0,,1569211,00.html), Amy Sherman Palladino, l'autrice un genio. Sapere che è finita con una settima stagione disastrosa e poi non è ripresa mi distrugge. Per fortuna sono ancora al 15 episodio della quinta stagione.
Tra l'altro, la sua nuova serie, una multi-camera (quelle con un set e diveri angoli di ripresa e le risate in diretta) è un flop.

Greys anatomy imperdibile - ieri sera ho recuperato due puntate da brivido. House sono solo alla seconda stagione, un must. Poi, Dirty Sexy money, non male, Dirt, interessante, su Hollywood, Brothers & Sisters mi ha un po' annoiato, Dexter è stato il meglio dello scorso anno, Ugly Betty droppato, Desperate l'ho abbandonato da due anni, Lost so che è iniziata in US la nuova stagione (il trailer lo trovi su Youtube. Private Practice ho visto alcune puntate, non male, ma non capisco molto i possibili sviluppi creativi, tempo che si incasinerà di amorazzi incrociati, e non ha il respiro di Grey's.
Las Vegas qualche volta, so che è a rischio di chiusura. E, mi spiace dirtelo, Six Degreees ha già chiuso. C'è un sito che si chiama Canceleed series, l'ho trovato oggi, mi ha fatto venire le lacrime agli occhi. Un cimitero.

Quando proprio non c'è niente, ci si salva con Criminal MInds, CSI, Law and Order, qualche vecchia puntata di Friends o Will & Grace in inglese. Samantha Who bleah.

Non ho potuto installare MySky per un problema tecnico dei cavi, ho un altro dvr, e ogni giorno mi devo programmare le registrazioni.
E' dura, ma sopravviveremo.

Confermo comunque lode, bacio accademico e viaggio a Hollywood.

angelo ha detto...

A proposito di crollo della tv, Sanremo ha fatto l'ascolto più basso di sempre, e secondo le stime dei centri media la perdita di ascolto dei break pubblicitari è stata del 31%. Come saranno risarciti gli inserzionisti? Negli USA la ABC sta vendo dei guai perchè l'ascolto della notte degli OScar è stato il più basso di sempre - 32 milioni di spettatori. GE, Amex, Unilvere e Cocacola hanno allertato i loro studi legali.