martedì 24 gennaio 2012

LA PANDA E' L'ITALIA CHE CI PIACE?



Fiat si appella all'orgoglio nazionale per il nuovo spot della Panda (come aveva già fatto Chrysler l'anno scorso per il Grand Cherokee). Ma i commenti che si leggono in giro, su Youtube, Twitter e i blog sono piuttosto impietosi. 'Dopo aver visto lo spot per la Panda nuova viene quasi voglia di far un bonifico a Marchionne'. 'Gli italiani del 2012 possono ancora credere a pubblicità come queste?'  'Se è la Panda ciò che ci rappresenta meglio, allora mi spiego molte cose'. 'Non mi piace chi tiene i piedi in due staffe. Si decidano se sono una multinazionale o un'azienda italiana.' 'Marchionne e la dirigenza dell'azienda dovrebbero nascondersi. Dopo avere prosciugato per anni fondi pubblici (qualcosa come 50miliardi €) ed aver minacciato in continuazione da mesi di andarsene dall'Italia, a lavorare con Chrysler in America, hanno il CORAGGIO di promuovere in questo modo una macchina? Inneggiando all'Italia ed al suo buon nome?'.  'La nuova Fiat Panda è l'Italia che odiamo'. 
Grand Cherokee





2 commenti:

the student ha detto...

http://www.nuovoeutile.it/ita_pasta_pupe_pallone_provincia_italia_stereotipata_degli_spot.html

permanuele ha detto...

L'articolo di Annamaria Testa segnalato ha ricordato lo spot Fiat 500 del 2007 (http://www.youtube.com/watch?v=XFbJHnoT7i0). Anche quello faceva leva sull'orgoglio ma parlava a un 'noi' - non si dice mai la parola Italia - mentre questo, di fatto, parla alla nazione e della nazione. Il precedente faceva appello a un orgoglio più personale, ma era comunque efficace nel trasmettere appartenenza. Difficile comprendere le ragioni di questa svolta considerando che siamo in un paese che scarseggia in orgoglio nazionale.